tav

Fiaccolata per la moratoria alla Tav, giovedì 26 marzo ai Ferrovieri, Vicenza

Postato il

Ricordiamo la fiaccolata che si terrà giovedì sera, 26 marzo, nel quartiere dei Ferrovieri, organizzata dal Comitato popolare dei Ferrovieri. L’appuntamento è alle 20.30 presso l’anfiteatro all’aperto di via Baracca (visualizzalo qui su Google Maps / qui l’evento Facebook).

fiaccolata-no-tav

Chiediamo di fermare il progetto del TAV/TAC e di avviare un percorso di partecipazione e di consultazione che coinvolga tutti i cittadini e le cittadine di Vicenza. Come residenti del quartiere dei Ferrovieri, uno dei più colpiti dalla nuova grande opera, stiamo raccogliendo le firme che porteremo all’amministrazione comunale. Vogliamo che il sindaco apra quel processo democratico dal basso che finora è completamente mancato e che invece è fondamentale nella definizione di un progetto che così come è strutturato sconvolgerà la città. Il quartiere dei Ferrovieri si troverà con una nuova strada a scorrimento veloce, senza il cavalcavia Ferretto de Ferretti, con l’aumento del traffico e dello smog. Inoltre i cantieri che dureranno per diversi anni renderanno difficile la normale vita quotidiana dei cittadini

Per questi motivi vi invitiamo a partecipare a una fiaccolata di quartiere con partenza dall’anfiteatro di Via Baracca ai Ferrovieri e l’arrivo al cavalcavia Ferretto de Ferretti.

Il Comitato popolare dei Ferrovieri si trova ogni giovedì alle ore 20.30 al Bocciodromo di Via Rossi 198.

Annunci

Tav, la Cgil di Vicenza: valutare progetti alternativi e salvare stazione centrale

Postato il Aggiornato il

La Cgil di Vicenza prende posizione sulla vicenda della Tav/Tac e chiede a Comune e Rfi di valutare ipotesi alternative e di riconsiderare la prevista cancellazione della stazione centrale di Vicenza. Riportiamo per intero il comunicato uscito questa sera (qui in rassegna stampa).cgil-vicenza-tav-tac

A proposito di Tav/Tac e grandi opere….

Noi siamo convinti che occorra ridurre il trasporto su gomma e favorire quelli alternativi, a partire da quello su rotaia. Riteniamo necessario investire di più sui servizi pubblici locali per favorire un’efficiente e moderna mobilità collettiva in alternativa al solo trasporto individuale. Perciò siamo interessati all’alta capacità ferroviaria, all’interno di un progetto, appunto, generale. Purtroppo non c’è stato il tempo per uno scambio approfondito con la cittadinanza. Con le ‘grandi opere’ sta passando una logica verticistica che non va bene.

In epoca di scarsità di risorse è bene scegliere, soprattutto quando si parla di risorse pubbliche. Non ci pare che questo stia accadendo, continuando con ciò una miope politica territoriale per la quale anche il vicentino ha subito pesanti conseguenze in questi anni (leggi alluvione).
E’ anche bene non confondere gli obiettivi con i mezzi, cioè serve capire importanza e sostenibilità dell’opera finale e non farsi condizionare dai benefici (transitori) nella costruzione e, tantomeno, dagli interessi dei costruttori o dei proprietari di terreni.
Leggi il seguito di questo post »

Speciale #Tav #Vicenza sul mensile parrocchiale “30 giorni a ovest”

Postato il Aggiornato il

Il mensile locale vicentino 30 giorni a ovest. Mensile d’informazione religiosa culturale e sociale dell’unità pastorale San Giorgio, Sant’Agostino e Sant’Antonio nel numero del 26 febbraio 2015 uscito nel quartiere di Ferrovieri, Sant’Agostino e Gogna, propone un approfondimento speciale sulla Tav e gli impatti sui quartieri ovest della città di Vicenza.
Per gentile concessione degli editori proponiamo uno stralcio del giornale che contiene gli interventi dell’assessore all’urbanistica Antonio Dalla Pozza, una relazione dell’ing. Guglielmo Vernau, due opinioni dal quartiere (firmate Pasquale Cafiero e Simonetta Brunelli) e numerose lettere di abitanti.

Tav Vicenza, assemblea ai Ferrovieri mercoledì 25 febbraio

Postato il

volantino-dibattito-tav-ferrovieriSegnaliamo l’assemblea pubblica sul progetto Tav/Alta capacità presso la scuola media Dino Carta nel quartiere dei Ferrovieri (via Carta 3). Riportiamo il testo del volantino di invito distribuito in quartiere e on line (evento Facebook qui).

Mercoledì 25 febbraio alle ore 20.30, è prevista un’assemblea pubblica informativa presso la Scuola Media Dino Carta in via Carta 3 ai Ferrovieri sul progetto TAV a Vicenza.
Il 13 gennaio il Consiglio Comunale ha approvato lo studio di fattibilità per il passaggio della linea ad alta velocità a Vicenza. E’ un progetto che cambierà radicalmente il versante ovest della città ed avrà un impatto enorme sul quartiere dei Ferrovieri. Si parla di un tunnel sotto Monte Berico, di una strada a scorrimento veloce al posto degli attuali binari, di due nuove stazioni a rischio idrogeologico.
La cittadinanza non è stata adeguatamente informata e nemmeno minimamente coinvolta su un progetto dai costo faraonici e di discutibile utilità, visto che forse i treni ad alta velocità forse non fermeranno nemmeno a Vicenza. Essere informati è un nostro sacrosanto diritto, quindi vi invitiamo tutti e tutte a un incontro pubblico con:
Giulio Todescan, giornalista vicentino che ha seguito e studiato il progetto Tav a Vicenza
Guglielmo Vernau, ingegnere e studioso di questioni tecnico ambientali vicentine.

Un gruppo di cittadini e cittadine dei Ferrovieri

[Audio] “Tre giorni per la città e il paesaggio”, ascolta il dibattito con Maddalena, De Lucia, Erbani, Ferrovie a Nordest

Postato il Aggiornato il

Pubblichiamo (grazie ai mezzo tecnici della web radio Radio Zappa) le audio registrazioni della Tre giorni per la città e il paesaggio che OUT ha organizzato a Vicenza dal 5 al 7 febbraio 2015.

out_tre_giorni_citta_paesaggio_2015giovedì 5 febbraio La tutela del patrimonio culturale come impegno civile
con Francesco Vallerani (geografo Università di Venezia), Paolo Ceccarelli (urbanista Cattedra UNESCO Università di Ferrara) e Francesca Leder (urbanista Università di Ferrara).
>> ASCOLTA QUI

venerdì 6 febbraio Città e territorio beni comuni
con Paolo Maddalena (vicepresidente emerito della Corte Costituzionale e autore del volume “Territorio bene comune degli italiani”), Vezio De Lucia (urbanista, Associazione Bianchi Bandinelli), e Francesco Erbani (giornalista La Repubblica).
>> ASCOLTA QUI

sabato 7 Febbraio Altre velocità: Vicenza racconta e si racconta
con Federico Gitto (Ferrovie a Nordest), Davide Primucci (Comitato Pomari, OUT_Osservatorio Urbano Territoriale di Vicenza) e Francesco Erbani.
>> ASCOLTA QUI

In edicola lo speciale Alta Velocità su “Quaderni Vicentini”

Postato il Aggiornato il

quaderni-vicentini-tav-06-2014E’ disponibile nelle edicole di Vicenza il nuovo numero del periodico “Quaderni Vicentini”, bimensile indipendente che dedica un ampio approfondimento al tema dell’Alta velocità e del progetto approvato il 13 gennaio dal consiglio comunale su proposta della giunta Variati.
Il numero sarà in edicola fino a domenica 22 febbraio (almeno) nelle librerie principali della provincia e nelle edicole del centro storico di Vicenza, di Asiago, Thiene, Schio, Creazzo, Altavilla Vicentina.
Lo speciale si intitola “Il Terzo Sfregio” e questo è l’indice degli articoli sul tema:

Alta velocità in salsa berica. Il grade business delle stazioni di Ciro Asproso

Tav,  il terzo sfregio di Pino Dato

De Stavola e il finanziatori di Variati

Anche ‘Repubblica contro il tunnel

La filosofia perversa. Quattro binari stravolgono una città

Il bacino di utenti base del progetto Variati-De Stavola? Un falso di Out, Italia Nostra, Civiltà del Verde, Legambiente, Comitato Pomari

Confindustria/Tav/Giornale. Lancio a tappe forzate

>> LEGGI IL DOSSIER TAV-VICENZA

>> LEGGI LA RASSEGNA STAMPA SU TAV-VICENZA

>> FIRMA LA PETIZIONE AL MINISTRO FRANCESCHINI CONTRO LA DEVASTAZIONE DEL PAESAGGIO PALLADIANO

>> FIRMA LA PETIZIONE PER UN REFERENDUM COMUNALE SULLA TAV

“La Tav cambia il volto di Vicenza: come?” dibattito con Variati e Leder all’oratorio di S. Nicola

Postato il Aggiornato il

Domenica 2 febbraio 2015 alle ore 17 la parrocchia dei Servi di Vicenza organizza il dibattito “La Tav cambia il volto di Vicenza: come?”. Oratori il sindaco Achille Variati e la prof. Francesca Leder docente dell’Università di Ferrara. Qui sotto la locandina dell’evento.

Invito La TAV  cambia il volto di Vicenza