Tav Vicenza: l’addendum al protocollo d’intesa

Postato il Aggiornato il

Qui di seguito il documento “addendum” al protocollo d’intesa del 29 luglio 2014 per l’attraversamento del territorio vicentino con linea Alta Velocità / Alta Capacità Verona-Padova. L’addendum è stato presentato dal sindaco Achille Variati alla Commissione territorio del Consiglio comunale di Vicenza il 27 ottobre 2015.

Il documento consente di riarticolare il progetto ferroviario in tre lotti funzionali: il primo da Montebello all’ingresso di Vicenza, il secondo che comprende l’attraversamento della città, il terzo dalla città fino a Grisignano verso Padova. In questo modo si pensa di “salvare” il finanziamento di 90 milioni di euro previsto dal decreto Sblocca Italia per le opere con progetto definitivo al 31 ottobre 2015. Mancano un progetto per l’attraversamento della città, si isola la tratta da Montebello all’ingresso di Vicenza (“Altavilla Bivio Vicenza”) facendone un lotto funzionale autonomo, che avrebbe così diritto al finanziamento.

Nel frattempo il Comune e la Camera di Commercio chiedono uno studio comparativo che confronti l’ipotesi di nuova stazione in Fiera con l’attuale stazione di viale Roma (per il traffico Av/Ac) e l’attuale stazione con l’ipotesi di nuova fermata a Borgo Berga-Tribunale (per il traffico locale, e futuro sistema SFMR).

++ DOSSIER TAV VICENZA ++

Leggi il seguito di questo post »

Bretella dell’Albera: il progetto alternativo di Italia Nostra

Postato il Aggiornato il

Pubblichiamo qui le osservazioni prodotte da Italia Nostra sezione di Vicenza al progetto di tangenziale della città – tratto ovest: la cosiddetta “bretella dell’Albera”. Il documento completo è in pdf, in fondo al post, mentre di seguito pubblichiamo lo stralcio riguardante il progetto alternativo con galleria artificiale sotto la rotatoria dell’Albera che eviterebbe il consumo di suolo agricolo nell’area oggi paesaggisticamente intatta del Biron e di Monte Crocetta.

[ LEGGI IL DOSSIER SULLA TANGENZIALE DI VICENZA ]

Rendering della galleria ipotizzata in viale del Sole. Visione da est, lato Albera
Rendering della galleria ipotizzata in viale del Sole. Visione da est, lato Albera

Il progetto alternativo, adottato da Italia Nostra come ultima ratio per cercare di contenere lo spreco di terreno agricolo, prevede una soluzione meno impattante sia per la minor lunghezza del percorso, sia per l’affiancamento o sovrapposizione a corridoi naturali (corsi d’acqua, argini del costruendo bacino di laminazione a nord di viale Diaz), sia per la stretta vicinanza all’ingresso della nuova base militare americana.

Leggi il seguito di questo post »

Tav Vicenza: le associazioni scrivono a Delrio

Postato il Aggiornato il

Riportiamo il comunicato diffuso nella conferenza stampa del 25 settembre con cui è stato annunciato l’invio di una documentata lettera al ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio (che si riporta di seguito) ed è stata espressa la posizione sugli ultimi sviluppi del progetto Tav a Vicenza e sulle dichiarazioni del sindaco Variati alla Commissione Territorio.
La lettera è sottoscritta da Italia Nostra, Civiltà del Verde, Osservatorio Urbano Territoriale, Comitato Borgo Berga, Comitato cittadini Vicenza Est, Comitato popolare Ferrovieri, Comitato Pomari, Cristiani per la pace, Coordiamento comitati.

Graziano Delrio

COMUNICATO STAMPA

Un gruppo di associazioni e di comitati cittadini ai primi di settembre ha inviato una lettera-appello al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio per manifestargli le preoccupazioni nate a seguito degli approfondimenti fatti sulla documentazione relativa alla fattibilità della linea ferroviaria TAV/TAC che attraverserà la nostra città.
La lettera, per conoscenza, è stata inviata al Sindaco Achille Variati, alla Giunta comunale, al Presidente della Regione Luca Zaia e al Direttore di Rete Ferroviaria Italiana, ing. Daniela Lezzi.

Leggi il seguito di questo post »

Tav Vicenza: il documento integrale dell’Ordine degli Ingegneri

Postato il Aggiornato il

tav-vicenza-documento-ordine-ingegneri-vicenzaPubblichiamo in versione integrale il documento, inedito fino a pochi giorni fa, con cui il Gruppo di lavoro sulla Tav dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza analizza lo studio di fattibilità sulla ferrovia ad Alta velocità / Alta capacità della tratta vicentina.
Il documento è di estremo interesse perché mette in rilievo numerose criticità tecniche rispetto alla costruzione delle nuove stazioni in Fiera e al Tribunale, rispetto all’interramento dei binari nella zona del quartiere Ferrovieri, e rispetto alle opere idrauliche e viabilistiche complementari previste nello studio di fattibilità. Qui un articolo del Corriere del Veneto sintetizza i punti-chiave dell’analisi.
Riportiamo il testo qui di seguito in formato pdf e in formato testuale.

Leggi il seguito di questo post »

Tav e “sistema Incalza”, incontro ai Ferrovieri

Postato il

Vi invitiamo a partecipare a una interessante serata sul Tav e le grandi opere, organizzato dal Comitato Popolare dei Ferrovieri.

Ercole Incalza, l'ex ministro Maurizio Lupi e il sindaco Achille Variati
Ercole Incalza, l’ex ministro Maurizio Lupi e il sindaco Achille Variati

LUNEDI’ 13 LUGLIO ALLE ORE 21.00 PRESSO LA PARROCCHIA S.ANTONIO DEI FERROVIERI IN VIA PRANDINA 8, proietteremo alcuni spezzoni della puntata di Report del 3 maggio scorso, sul sistema delle grandi opere in Italia tra corruzione, malaffare, tangenti che vedono coinvolti politici, imprenditori e funzionari dello Stato. La puntata si intitola “Le fatiche di Ercole”, dove il principale protagonista era Ettore Incalza, funzionario del Ministero delle Infrastrutture arrestato qualche mese fa.

Inoltre faremo un incontro e dibattito con i comitati NOTAV della Valsusa in occasione della loro carovana in bicicletta che ci spiegheranno le loro esperienze di resistenza nei confronti di un’opera devastante per il territorio come appunto il TAV. Prima del dibattito sarà possibile partecipare alla cena con i No Tav della Valsusa al Cs Bocciodromo di Via Rossi n. 198, a base di Menù bio: orzotto con pesto alla genovese e pomodorini marinati e bavarese ai fiori di sambuco: costo 6 €, gradita la prenotazione al 3479087538 entro sabato 11/07. Il ricavato andrà a finanziare i comitati vicentini nati attorno alla vicenda Tav.

Qui il link dell’evento fb della serata

Guarda qui la puntata di Report “Le fatiche di Ercole”

Tav, incontro di Italia Nostra al palazzo delle Opere Sociali

Postato il

Questa sera, venerdì 12 giugno alle 20.30, Italia Nostra promuove un dibattito al Palazzo delle Opere Sociali (p.za Duomo 2, Vicenza): “Alta capacità ferroviaria nel nodo di Vicenza. Informare e conoscere prima di decidere”.

Tav Vicenza, palazzo delle opere sociali, 12 giugno 2015
Tav Vicenza, palazzo delle opere sociali, 12 giugno 2015

Leggi il seguito di questo post »

Caso Borgo Berga: cosa dicono le indagini di Procura, Anac e Corte dei conti

Postato il Aggiornato il

Facciamo punto sul caso Borgo Berga. L’intervento edilizio del Piruea Cotorossi a Vicenza (che un dossier di Legambiente – leggilo qui – ha definito “L’ecomostro padano”) è stato negli ultimi mesi al centro di importanti novità. Indagano sull’oscura vicenda urbanistica la Procura di Vicenza, l’Anac (Autorità Nazionale Anti Corruzione) e la Corte dei conti.

Il continuo lavoro di scavo, documentazione e denuncia portato avanti dalle associazioni, dai comitati, dall’osservatorio OUT, dalla stampa e da alcuni consiglieri comunali ha portato queste autorità a puntare i riflettori sugli accordi pubblico-provato alla base della costruzione del quartiere sorto attorno al nuovo Tribunale, in quella penisola di terra a picco fra i due fiumi Bacchiglione e Retrone, a due passi da edifici palladiani come villa La Rotonda e l’arco delle Scalette di Monte Berico.

Il quartiere di Borgo Berga, sorto sull'area ex Cotorossi a Vicenza
Il quartiere di Borgo Berga, sorto sull’area ex Cotorossi a Vicenza

Leggi il seguito di questo post »

Tangenziale in Lobia, costa più di un’autostrada ma si innesta su una carrareccia di 3,15 metri

Postato il Aggiornato il

Ancora sulla tangenziale di Vicenza, pubblichiamo di seguito un intervento del gruppo Cristiani per la pace. Qui trovate un precedente comunicato stampa del 23 aprile; qui il dossier con lo storico della documentazione sull’opera.

particolare_innesto_tangenziale_alla_Lobia

Presentata in pompa magna e progettata su un flusso di traffico di 64.000 veicoli giornalieri su viale del Sole, dopo 6 km il primo stralcio (ad uso civile) della tangenziale di Vicenza terminerà con una rotatoria di 60 metri di diametro, in aperta campagna, in strada Maglio di Lobia, la cui attuale sezione asfaltata è di 3,15 metri circa. Vedere per credere.

Fortemente voluta dal sindaco di Vicenza dal quale potrebbe anche prendere il nome di tangenziale A.Variati della Lobia, parte da un gruzzolo di 92,54 milioni di euro sufficienti a realizzarne i primi 5.300 m, con un costo al km di 17,46 milioni di euro che risulta addirittura superiore al costo di 17,36 milioni di euro stanziati, ad esempio, per il lotto 2A (dal km 23,600 al km. 29,300) della Pedemontana Veneta – attualmente sotto la lente d’ingrandimento dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, lungo 5,7 km e comprensivo di ben due caselli autostradali nella zona di Breganze. A fronte di questi costi, mentre la Pedemontana Veneta è in fase di realizzazione a due corsie per senso di marcia più una terza corsia di emergenza, la “tangenziale di Vicenza” verrà realizzata ad una sola corsia per senso di marcia.

Leggi il seguito di questo post »

Tav a Vicenza, un progetto da fermare. Fiaccolata giovedì 14 maggio da piazza Castello alla stazione Fs

Postato il Aggiornato il

Invitiamo tutti e tutte a partecipare alla fiaccolata di giovedì 14 maggio sera, per dire stop al progetto Tav a Vicenza. Appuntamento alle 20.30 in Piazza Castello, arrivo alla stazione Fs (qui l’evento Facebook). Di seguito l’appello delle realtà che promuovono l’iniziativa.

Assemblea sulla Tav al Teatro Astra, Vicenza, 27 aprile 2015
Assemblea sulla Tav al Teatro Astra, Vicenza, 27 aprile 2015

Dopo l’approvazione, da parte del Consiglio comunale il 13 gennaio scorso, dello studio di fattibilità per la tratta vicentina TAV/TAC, i cittadini hanno deciso di organizzarsi nei quartieri per praticare dal basso il diritto, fin qui negato, al processo democratico di decisione. Sono nati comitati spontanei che insieme alle associazioni e a realtà già esistenti, hanno organizzato assemblee di quartiere per far conoscere ai vicentini un progetto che avrà un forte impatto sulla città e sulle finanze pubbliche. Inoltre, si sono allestiti banchetti informativi, vi sono state raccolte firme e molte altre iniziative per sensibilizzare la cittadinanza su un tema fondamentale per il futuro di Vicenza.

Durante un grande convegno al Teatro Astra il 27 aprile, al quale hanno partecipato più di 500 persone, i comitati cittadini hanno annunciato una fiaccolata per il giorno 14 maggio. Il ritrovo avverrà a Piazza Castello alle ore 20.30, in seguito il corteo attraverserà Corso Palladio, farà sosta davanti a Palazzo Trissino e si arresterà nei pressi della Stazione. Una mobilitazione da sviluppare su alcuni temi centrali che in questi mesi hanno tenuto unite tutte le realtà che si oppongono al progetto TAV.

Leggi il seguito di questo post »

Tangenziale di Vicenza: un’altra Pedemontana?

Postato il

Si è svolta questa mattina alle 11.45 presso la sede di Italia Nostra sezione di Vicenza la conferenza stampa dell’Osservatorio Urbano Territoriale. Sono intervenuti fra gli altri i presidenti di Civiltà del Verde, Italia Nostra, Legambiente Vicenza, Francesca Leder (urbanista) e Massimo Follesa (architetto e portavoce Co.Ve.P.A.). Di seguito il comunicato distribuito ai giornalisti.

tangenziale-nord-ovest-vicenza
Tangenziale di Vicenza: un’altra Pedemontana?

Nella cronistoria che compare in ogni premessa allegata ai documenti relativi al completamento della Tangenziale di Vicenza si ricorda l’importanza che ha assunto, per le attività di progettazione e di realizzazione dell’opera, il Protocollo di Intesa stipulato a Roma, presso il MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) il 28 agosto 2013, tra Ministero, ANAS, Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Comuni di Vicenza, Costabissara, Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.a.
Il Protocollo aveva lo scopo di regolare le modalità di progettazione preliminare e definitiva e la realizzazione del completamento dell’opera infrastrutturale attribuendo ad ANAS il ruolo di unico soggetto attuatore dell’intero iter progettuale e realizzativo in quanto stazione unica appaltante.

Leggi il seguito di questo post »