Commissione Territorio su Borgo Berga: ecco perché non partecipiamo

Postato il

Palazzo-Trissino-Corso-Palladio43

Pubblichiamo la risposta delle associazioni (Civiltà del Verde Onlus, Comitato contro gli Abusi Edilizi, Italia Nostra – Sezione Vicenza, Legambiente Vicenza, Legambiente Parco Retrone Onlus) alla richiesta della Commissione Territorio del comune di Vicenza di partecipare alla seduta di oggi su Borgo Berga. Un invito che le associazioni declinano, in quanto il Comune non ha stati resi pubblici documenti essenziali.

Al presidente della Commissione Territorio
p.c. ai membri della Commissione Territorio

Caro Presidente,

come Lei ben sa, le associazioni e i cittadini partecipano agli incontri della Commissione Territorio in virtù di  un diritto sancito dal Regolamento Comunale. Nel caso specifico la nostra presenza testimonia l’interesse a conoscere meglio, attraverso le audizioni degli enti coinvolti, l’iter amministrativo che ha portato il Comune  a permettere un intervento urbanistico che ha deturpato la veduta della collina e il nucleo storico di Borgo Berga, alterando irrimediabilmente il valore del patrimonio paesaggistico riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

In riscontro alla lettera del 18 c.m. prendiamo atto che la nostra motivata proposta di essere ascoltati alla fine del percorso di audizioni non è stata accolta. Tuttavia, Le comunichiamo che non parteciperemo all’udienza prevista per il 25 c.m., non avendo ottenuto da questa Commissione le informazioni richieste e avendo constatato con rammarico la mancanza di garanzie  circa la trasparenza degli  atti amministrativi oggetto di indagine. Peraltro, è stato Lei stesso a sollecitare le Associazioni affinché presentino “un elenco di domande precise”, quali sono appunto quelle che Le abbiamo rivolto e a cui non si vuol dar risposta.

I dati  richiesti, infatti, sono desumibili correttamente solo dalle istruttorie relative alle singole domande edilizie che gli uffici tecnici si rifiutano da mesi di farci avere, in violazione del diritto di accesso. Il fatto è ovviamente molto grave e per questa ragione stiamo valutando azioni legali per ottenerle.

E’ già stato fatto notare dal commissario Daniele Ferrarin che i dati tecnici di progetto sono contenuti nella domanda edilizia che ogni costruttore è tenuto a compilare secondo un modulo standard definito dagli uffici comunali. I funzionari devono poi verificare ed eventualmente modificare tali dati  in sede di istruttoria, calcolando sulla base degli stessi gli standard e gli oneri. Gli uffici quindi, al fine  di agevolare il lavoro della Commissione, possono facilmente mettere a disposizione questi dati, nell’interesse di  tutti, purché ovviamente ce ne sia la volontà. E’ difficile credere che queste informazioni e questi documenti,  negati dagli uffici tecnici alle Associazioni e ad alcuni consiglieri comunali, non possano interessare i lavori della Commissione, il cui compito è proprio quello di indagare aspetti poco chiari dell’iter amministrativo. E’ evidente che in assenza di informazioni anche il Vostro lavoro risulterebbe approssimativo e dunque inutile.

Al riguardo rileviamo che le opere di urbanizzazione, già realizzate e in via di realizzazione, ammontano secondo la convenzione del 2010, ad euro 11.870.047,50, anche se l’esatto ammontare andrebbe verificato sulla base di un computo metrico estimativo. Ad ogni modo, parte  di queste opere sono pagate con soldi pubblici, in quanto al privato è stato concesso lo scomputo degli oneri di urbanizzazione (primaria e secondaria), nonché del contributo al costo di costruzione, calcolato dagli uffici in sede di istruttoria sulla base del computo metrico estimativo fornito dal privato. Lo scomputo del contributo per il costo di costruzione, tuttavia, non è previsto né dalla normativa nazionale, né da quella regionale e tale agevolazione si configurerebbe pertanto come un danno all’erario. Sarebbe quindi opportuno che la Commissione accertasse l’ammontare del contributo finanziario elargito dal Comune al privato sotto forma di scomputo. Stiamo parlando di una cifra dell’ordine di alcuni milioni di euro.

Rileviamo inoltre che le opere di urbanizzazione, pagate con soldi del Comune, a tutti gli effetti sono opere pubbliche, ed era pertanto necessario sottoporle ad un bando pubblico, cosa che, come ci hanno riferito i dirigenti del Comune, non è avvenuto. Rinunciando così a ribassi di asta che avrebbero potuto ridurre le contropartite del Comune in termini di scomputo.

Ugualmente importante è conoscere il dato sui parcheggi, in quanto quelli privati ad uso pubblico possono sì concorrere alla determinazione degli standard, ma non sono assoggettabili a scomputo degli oneri. Il dato di volumetria, che non è mai stato reso pubblico, è importante non solo per quantificare l’impatto dell’intervento urbanistico sul territorio, ma anche per calcolare i parcheggi privati ai sensi della c.d. legge Tognoli. Ricordiamo anche che la volumetria interrata è stata ottenuta alzando nominalmente il piano campagna naturale di circa sette metri, regalando al privato consistenti volumetrie e altezze. A Piazzale Fraccon, preso a riferimento in modo fittizio come nuovo piano campagna dell’area ex Cotorossi, vengono attribuite  peraltro due quote: quella rilevata dalla Regione (+ 38,30 m s.l.m.) e quella  falsa fornita dal privato (+40 m.), misura quest’ultima che gli uffici comunali  hanno deciso apoditticamente di adottare in luogo del dato ufficiale.

In conclusione, l’accertamento della verità passa necessariamente attraverso un paziente lavoro di acquisizione e di analisi di dati e informazioni. A meno di non concludere tautologicamente che tutto è regolare perché gli uffici hanno detto che tutto è regolare. Ma a questo punto non servirebbero documenti e informazioni e la Commissione non avrebbe alcuna ragione di esistere.

Siamo quindi disponibili ad  incontrarLa, se Lei lo vorrà, per chiarire le problematiche sollevate e cercare di trovare  una soluzione al problema dell’accesso a quelle informazioni che riteniamo necessarie per far luce sui punti oscuri dell’iter amministrativo e il cui reperimento è una  precondizione a partecipare ai lavori della Commissione in qualità di relatori.
Vicenza,  24 febbraio 2014

Distinti saluti
Associazione Civiltà del Verde Onlus
Associazione Comitato contro gli Abusi Edilizi
Associazione Italia Nostra – Sezione Vicenza
Associazione  Legambiente Vicenza
Associazione Legambiente Parco Retrone Onlus

La lettera di convocazione inviata nei giorni scorsi dal presidente della Commissione Territorio Eugenio Capitanio:

Gentili tutti,
facendo seguito alla nota del 10.2.2014, prot. n. 11110 del 12.2.2014, circa la richiesta di informazioni relative al PIRUEA Cotorossi si evidenzia quanto segue:

1) il calcolo della volumetria fuori terrra ed interrata è facilmente desumibile dall’analisi degli elaborati grafici autorizzati moltiplicati per l’altezza di ogni singolo ambiente;

2) il valore degli oneri di urbanizzazione è desumibile dalla convenzione sottoscritta e ancora in essere, mentre il costo di costruzione è desumibile dalla notifica allegata ai singoli permessi di costruire dei singoli edifici e già fornite nel cd consegnato ai Consiglieri Comunali componenti la Commissione Territorio;

3) la quantificazione degli oneri di urbanizzazione è stato calcolato in sede di rilascio del relativo permesso di costruire;

4) le superfici dei parcheggi privati, privati ad uso pubblico e pubblici da cedere al Comune è desumibile dalla convenzione ed anche negli elaborati grafici allegati al permesso di costruire;

5) il computo metrico, depositato agli atti, sarà trasmesso al Presidente della Commissione Territorio prima della seduta del 25 febbraio 2014. Lo stesso, non essendo ancora mai stato richiesto, potrà essere fornito a seguito di presentazione di richiesta di accesso agli atti.

Il Presidente la Commissione Territorio Eugenio Capitanio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...